20 giugno, 2007

GUARDALINEE DONNA: NUDA PER PLAYBOY

Posted in ATTUALITA', SPORT & FITNESS a 8:47 am di d1ma

Poserà nuda per l’edizione brasiliana di Playboy che uscirà a luglio, Ana Paula de Oliveira, la guardalinee verdeoro recentemente salita alla ribalta delle cronache per l’esclusione dalla Federcalcio a causa di alcuni gravi errori con la bandierina. Icona sexy, l’avvenente assistente di linea era stata al centro di numerose polemiche. Ma lei, incurante, continua a inseguire il suo sogno: la convocazione ai Mondiali 2010.

Saranno contenti i “lettori” della rivista, lo stesso non si può dire dei puristi del calcio e non. La Fercalcio brasiliana l’ha sospesa, ma lei continua a dividersi tra sport e spettacolo attraverso una pubblicità che passa, ovviamente, anche per la sua bellezza. Ana Paula de Oliveira ha trovato, ancora una volta, il modo di far parlare di sè. E se in precedenza la guardalinee si era fatta notare, soprattutto, per le magagne combinate con la bandierina, ora lo farà posando nuda per l’edizione di luglio di Playboy.

Assistente di linea e icona sexy, la Oliveira, 29 anni e figlia d’arte (suo padre era un arbitro) è stata spesso criticata da dirigenti e pezzi grossi del calcio brasiliano per la sua immagine fuori dal campo ma anche per alcuni suoi errori durante le partite. La sua esclusione dalla massima serie è stata per la Cbf una decisione quasi inevitabile, dopo che la bella assistente aveva annullato due gol regolari al Botafogo nella semifinale di Copa de Brasil contro il Figueirense. Errori che hanno mandato su tutte le furie il vicepresidente della squadra Carlos Augusto Montenegro, che chiese senza grandi giri di parole di escludere le donne dalle terne arbitrali: “Ai Mondiali non ci sono arbitri donne, nella Coppa Libertadores non ce ne sono e così anche in molti campionati europei. Questa porcheria esiste solo qui, in Brasile“, ha affermato.

La Federcalcio Paulista la considera  una delle migliori assistenti in circolazione ed è quarta nella graduatoria di merito, ma anche in quel campionato non sono mancate le critiche ad alcune sue discutibili decisioni. Lei va avanti sulla sua strada e prosegue la sua carriera, divisa fra il mondo del calcio e quello dello spettacolo. Non ha mai deciso di intraprendere la carriera di arbitro perché da guardalinee considera più facile raggiungere il suo sogno: essere convocata per il Mondiale in Sud Africa nel 2010

Ana Paula (sito)

Ana Paula (sito)

(fonte: www.tgcom.mediaset.it )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: